La nostra live-review del BlackBerry PlayBook

BlackBerry PlayBook live from Carlo on Vimeo.

Come sviluppatori “mobile” abbiamo ricevuto in dono da RIM un nuovo BlackBerry PlayBook, attualmente alla ricerca di software house che aiutino a popolare l’app store del nuovo tablet di casa BlackBerry.
Il dispositivo in prova e’ un modello Wi-Fi con schermo da 7″ e memoria SSD da 16 GB.
Abbiamo svolto questa presentazione in collaborazione con il “Social Blogger” Enrico Giubertoni Buzzes che ci ha ospitato nella sua splendida casa sul Lago d’Orta.
Godetevi il filmato… oppure leggete le nostre considerazioni.

A prima vista eravamo piuttosto scettici su questo dispositivo, viste soprattutto le difficolta’ avute nello sviluppare le prime applicazioni in un ambiente basato esclusivamente sul simulatore e con una “burocrazia” da submission a review non inferiore a quella di Apple (soprattutto nei primi tempi). Ad ogni modo siamo riusciti a mettere nello Store le nostre prime app e finalmente a entrare in possesso di questo dispositivo, che ricordiamo non e’ ancora disponibile sul mercato italiano.

A freddo possiamo dire che il tablet PlayBook avra’ un bel futuro, ammesso che il numero delle applicazioni cresca e che il dispositivo venga dotato di una propria indipendenza di rete (secondo noi un device cosi’ maneggevole non puo’ essere venduto senza la possibilita’ di connessione dati via 3G).

In breve, ecco gli aspetti positivi:
– veloce
– maneggevole
– graficamente curato
– interfaccia utente gradevole
– ottimo schermo LCD e molto sensibile al touch
– fotocamera e videocamera di qualita’
– browser con supporto Flash
– BlackBerry bridge (tethering via telefono BlackBerry)

E quelli negativi:
– prezzo (se confrontato con iPad)
– applicazioni: poche (a campione: avremmo voluto editare questo blog su WordPress su un’app nativa, e non c’era; abbiamo cercato Skype: nulla da fare)
– scalda un po’ troppo sul retro (il processore pero’ e’ davvero potente)
– spessore eccessivo (se confrontato sempre all’iPad)
– assenza di connesione 3G
– non siamo riusciti a connetterlo via Bluetooth al nostro iPhone 3GS per effettuare il tethering

Come programmarlo:
Java, WebApp (HTML 5 + Javascript), Adobe Flash, Adobe Air.
Ci piacerebbe che la RIM si concentrasse piu’ su un unico ambiente di sviluppo. Inoltre si parla di compatibilita’ con le app Android (da noi non provata). Sinceramente questo mix di ambienti non ci pare un buon segno, e’ come se la RIM non sapesse bene su cosa puntare e “sparasse” un po’ in tutte le direzioni. Sarebbe il caso di prendere delle decisioni strategiche e non farsi trascinare dalle onde. Anche perche’ l’hardware e’ davvero buono.

Infine:
non ha senso confrontarlo con l’iPad. I due dispositivi hanno dimensioni completamente diverse (l’iPad ha uno schermo di area esattamente il doppio del PlayBook) e quindi il loro utilizzo sara’ diverso. Secondo noi l’iPad e’ piu’ adatto a sostituire un computer netbook, mentre il PlayBook lo preferiremmo in condizioni di portabilita’ estrema.

i3Factory: Recensione Blackberry Playbook

Un commento:

  1. bruno pagliula

    ho comprato il blackbarry playbook ma non si riesce ha trasferire via bleutooth come si puoì fare?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.